La cassa Edile: cos’è e di cosa si occupa

La Cassa Edile è un Ente che si preoccupa di gestire la previdenza e le tutele di alcuni diritti del lavoratori Edili. Per godere di tutti i servizi elargiti dalla Cassa Edile è necessario esservi iscritti, cosa possibile per qualsiasi addetto che operi all’interno del settore edile, sia come dipendente, sia come lavoratore autonomo.

Come nasce la Cassa Edile

La Cassa Edile nasce nel 1919 a causa di alcune problematiche correlate al tipo di lavoro svolto dagli addetti in ambito edile. Tali addetti infatti sono costretti da sempre a spostarsi periodicamente in nuovi cantieri e anche a lavorare per conto terzi in caso di subappalti o contratti di simile tipologia. Molti operai in ambito edile inoltre hanno contratti a tempo determinato e si trovano a dover cambiare datore di lavoro molto spesso nel corso del tempo. Per questo motivo non sempre è facile effettuare un calcolo di tipo previdenziale e pensionistico, o anche ottenere trattamenti simili a quelli di addetti di altri settori, come ad esempio quello metalmeccanico, in cui il datore di lavoro è per lunghi periodi sempre lo stesso. Per queste motivazioni fu istituita la Cassa Edile, che ha molteplici compiti per quanto riguarda la tutela dei lavoratori edili, compresa la gestione degli interessi sindacali degli stessi.

Cosa offre la cassa Edile

La Cassa edile quindi si occupa di calcolare e saldare alcune delle prestazioni economiche del lavoratore edile. Si pensi ad esempio all’accantonamento della liquidazione, o al pagamento degli oneri dovuti dal lavoratore per poter godere delle ferie, delle ore di malattia o anche per quanto riguarda il pagamento del trattamento pensionistico. In situazioni spesso precarie, o comunque molto movimentate, per il singolo lavoratore sarebbe decisamente complicato effettuare tutti questi versamenti, per questo ci pensa un’apposita cassa. Inoltre la Cassa Edile propone ai suoi iscritti anche diversi servizi di tipo assistenziale, come ad esempio le retribuzioni in caso di malattia, infortunio o malattia professionale, gli assegni per i figli portatori di handicap o il vestiario professionale per tutti gli iscritti. La Cassa Edile in Italia offre ai suoi iscritti anche particolari servizi, tra cui la possibilità di richiedere borse di studio per i propri figli, l’assegno di studio, gli assegni funerari o addirittura aiuti per il recupero di figli tossicodipendenti.

Chi beneficia dei servizi della Cassa Edile

In Italia non c’è una singola Cassa Edile, ma circa 120 diversi Enti simili, che si occupano dei singoli lavoratori edili delle diverse provincie. Questo per rendere più facile ad ogni iscritto l’ottenimento di tutto ciò che gli spetta. Per beneficiare dei servigi di una cassa edile è necessario esservi iscritti. Un lavoratore edile che cambia di domicilio dovrà cambiare anche la Cassa Edile a cui è iscritto. Il finanziamento delle casse edile avviene direttamente da parte degli iscritti, che hanno l’obbligo di pagare mensilmente per il mantenimento della cassa. La contribuzione è a carico sia del singolo lavoratore edile, sia del suo datore di lavoro, secondo quote e valori diversi a seconda dei casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *