Cos’è il day trading?

Cos’è il day trading?

Quando si investe online, si può fare anche del Day Trading. Ma che cosa è? Quali sono le caratteristiche di questo particolare approccio finanziario agli investimenti? Il Day Trading si riferisce a More »

Tassi conti deposito: a quanto ammontano veramente?

Tassi conti deposito: a quanto ammontano veramente?

I conti deposito sono dei conti che ci consentono di ottenere interessanti tassi di interesse. I tassi dei conti deposito dipendono strettamente dalla banca cui ci si rivolge per attivare questo tipo More »

Surroga sul mutuo: come funziona

Surroga sul mutuo: come funziona

Surrogare il mutuo significa “spostare” il finanziamento da un istituto finanziario ad un altro. Chiaramente tale tipologia di offerta è interessante solo se si trovano delle offerte migliori rispetto a quella già More »

Azioni Facebook, conviene ancora investire dopo lo scandalo Cambridge Analytica?

Azioni Facebook, conviene ancora investire dopo lo scandalo Cambridge Analytica?

Lo scandalo sulla privacy dei dati affrontato da Facebook (con strascichi evidentemente ben lungi dall’esaurirsi), non sembra aver spaventato gli inserzionisti che, anzi, stanno continuando a investire sul social network di Mark More »

Perché si dice che un trend è in atto fino a prova contraria?

Perché si dice che un trend è in atto fino a prova contraria?

Uno dei principali perni della teoria di Dow è che un trend è in atto fino a prova contraria. Ovvero, un trend rialzista o ribassista è “valido” finché non ci sono chiari More »

 

Cosa mangiare per migliorare la propria memoria

Sai che per poter migliorare la tua memoria potresti dover migliorare anche la qualità della tua dieta? È infatti stato più volte dimostrato che un’alimentazione sana, in particolare con l’assunzione di più dosi di frutta di qualità, di verdura e di pesce grasso, può migliorare la tua memoria e può impedire il declino cognitivo tipico dell’invecchiamento.

In particolare, è la dieta MIND ad aver dimostrato di poter ridurre il rischio di demenza, qualificandosi come un mix tra la dieta mediterranea più popolare e la dieta DASH a bassa pressione sanguigna.

In modo più specifico, ricordiamo come un recente studio abbia tenuto traccia delle diete di quasi 1.000 anziani, seguendo questo vasto campione per una media di 4 anni e mezzo alla ricerca del mix alimentare più prelibato per i nostri fini di memoria.

Ebbene, lo studio ha concluso che le persone le cui diete erano più fortemente in linea con la dieta MIND avevano un cervello in grado di funzionare come se fosse 7½ anni più giovane di quelli la cui dieta assomigliava meno a questo stile alimentare.

Lo studio ha anche dimostrato che le persone che seguivano la dieta MIND nello studio riducevano la possibilità di andare incontro a diversi pregiudizi come il morbo di Alzheimer, con una flessione dell’incidenza di quasi la metà.

A questo punto, è lecito porsi una domanda: in cosa consiste la dieta MIND? Semplice, in un sacco di verdure, verdure a foglia verde, noci, bacche, fagioli, pesce, pollame, olio d’oliva, cereali integrali e vino. In fondo, non troppo distante da quanto suggerito dalla ben più nota e vicina (geograficamente parlando) dieta mediterranea…

3 segreti per gestire meglio il tempo delle email

Una delle sfide più comuni per i professionisti e gli imprenditori è quello di “trovare” del tempo. E quando si tratta di gestione del tempo, capire come utilizzare le ore di lavoro in modo più produttivo è spesso una sfida decisiva. Un buon punto di partenza è la gestione della posta elettronica: una delle aree in cima alla lista dei time-killer per molti lavoratori, che è comunque possibile approcciare in maniera convinta.

Poiché l’e-mail è una forma di comunicazione continua e non abbiamo il controllo completo sul flusso in entrata, quel che possiamo fare è lavorare per migliorare la nostra produttività nel modo in cui riceviamo, organizziamo, rispondiamo e anche pensiamo alle e-mail. I suggerimenti di seguito ti aiuteranno a creare un sistema per gestire la tua posta elettronica in un modo che supporti la produttività… anziché consumarla!

Innanzitutto, disattiva le notifiche. L’e-mail tende ad arrivare in ogni momento del giorno e della notte, ed è quindi fondamentale controllare il flusso dei messaggi in arrivo nella tua giornata. Disattiva le notifiche dei nuovi messaggi sia sul computer che sullo smartphone per evitare costanti distrazioni e interruzioni della pianificazione. Controlla la posta solo quando è conveniente per te.

In secondo luogo, decidi come usare la tua casella di posta. Ci sono molte filosofie differenti quando si tratta di gestire la tua casella email: puoi usarla come un catchall, limitarlo solo a messaggi con priorità alta o renderlo un elenco di attività lavorative. La chiave è scegliere uno scopo e rispettarlo!

Infine, crea mail whitelist e blacklist. La maggior parte dei client di posta elettronica e dei provider di posta elettronica consente agli utenti di separare le email “valide” dallo spam. Prenditi del tempo per l’ottimizzazione del servizio email, e il resto verrà da sé!

Volantinaggio: l’importanza di una campagna pubblicitaria ben fatta

marketing

Il volantinaggio è ancora oggi un metodo pubblicitario vincente. L’importante però è che sia fatto in modo professionale, come avviene ad esempio a chi chiede la collaborazione di publicuneo.com. Stiamo infatti parlando di una distribuzione di volantini che parte dalla produzione degli stessi e che evita di ragionare esclusivamente sulla quantità.

3 piccoli suggerimenti per iniziare a meditare

Vuoi iniziare a meditare? Ebbene, è molto semplice: sembrerà banale, ma inizia con il meditare solo per due minuti al giorno per una settimana. Se ti trovi bene, puoi aumentare di altri due minuti e fare dunque quattro minuti al giorno per una settimana. Se va ancora bene, aumenta solo un po’ alla volta, arrivando a meditare per 10 minuti al giorno nel secondo mese di allenamento!

Il nostro consiglio è di farlo per prima cosa ogni mattina. È facile dire “mediterò ogni giorno” se poi ti dimentichi di farlo. Invece, prova a impostare un promemoria ogni mattina quando ti alzi e metti una nota sul tuo smartphone che ti dice “medita”!

Non lasciarti coinvolgere dal modo in cui lo fai… fallo e basta . La maggior parte delle persone si preoccupa di dove sedersi, come sedersi, che cuscino usare… tutto molto giusto, ma per iniziare scoprirai ben presto che non è così importante. Inizia semplicemente sedendoti su una sedia o sul tuo divano. O sul tuo letto. Se sei a tuo agio a terra, siediti a gambe incrociate sul pavimento. D’altronde, devi farlo solo per due minuti, all’inizio, ed è dunque importante iniziare, piuttosto che complicarti la vita scegliendo come sederti, come mettere le gambe, e così via.

In un secondo momento, quando avrai preso maggiore mano con la meditazione, potrai preoccuparti di ottimizzare i tuoi impegni in modo da sentirti ancora a tuo agio per una meditazione più lunga. Tuttavia, all’inizio tutto ciò non è molto importante: quel che è importante è decidere ogni giorno di sedersi per qualche minuto in un posto tranquillo e confortevole, e rompere gli indugi!

Orologi Ferrari: cosa li rende un accessorio glamour

Orologi Ferrari cosa li rende un accessorio glamour

Ci sono alcuni accessori che sono al di sopra delle tendenze del momento, perché vivono una storia a sé e hanno uno charme che non ha bisogno di ciò che va di moda. Gli orologi fanno parte di questa categoria, perché anche se le tendenze così come le stagioni passano, restano sempre al primo posto tra gli oggetti del desiderio che tutti prima o poi acquistano.

Alla guida di una barca a vela. Quanto costa la patente nautica?

costo patente nautica

Scendere in mare alla guida di una barca a vela è il sogno e forse anche l’ambizione di molti: sfidare le onde a bordo di uno scafo è forse una di quelle esperienze più sensazionali che si possano provare in mezzo al mare. Ma qual è il costo per conseguire la patente nautica?

In barca a vela, cavalcando le onde

A ognuno sarà venuto in mente di mettersi alla guida di una barca a vela. È un sogno di molti, infatti, cavalcare le onde dei mari. respirando il profumo del mare, con il vento che ci soffia sul viso, Guidare la barca è una sensazione magica, che dona un senso di relax unico e una libertà senza eguali.

Guidare una barca a vela non è del resto una cosa difficile, basta prestare attenzione al mare, un amico calmo che però può presentare le sue difficoltà, e naturalmente occorre avere la patente nautica. Ma quanto costa prendere la patente nautica?

La patente nautica, quanto costa?

Oggi prendere la patente nautica per la barca a vela è più semplice, grazie agli specialisti formatori che si occupano passo dopo passo di seguire il candidato nella formazione teorica e pratica. È possibile accedere alla patente in diversi modi, che si desideri prendere la patente per la navigazione entro le 12 miglia nautiche, o che invece si voglia andare in barca a vela senza limiti, e i costi non sono più così elevati. Ecco quindi alcune opzioni per chi vuole conseguire la patente per la barca a vela.

Patente nautica entro le 12 miglia

Il corso classico per il conseguimento della patente nautica entro le 12 miglia ha un costo di 490 euro: la quota non comprende il costo delle tasse governative e del bollo per certificare l’esame medico (da svolgersi presso una ATS) che sono a parte, oltre al noleggio della barca per il giorno dell’esame, il cui costo è di 60 euro. La formula prevede 12 lezioni teoriche da 2 ore, con un’uscita pre-esame e naturalmente l’esame finale. È però possibile scegliere anche la formula weekend, allo stesso prezzo: ideale per chi non ha molto tempo disposizione ma vuole comunque conseguire l’ambito traguardo.

Patente nautica per chi vuole navigare senza limiti

Chi desideri invece la patente per navigare senza limiti, trova corsi adatti al caso. Il costo patente nautica senza limiti è 660 euro, escluse le tasse governative, pagate a parte (78 euro). Anche in questo caso, al costo base occorre aggiungere la marca da bollo (16 euro) che certifica l’esame medico e per l’esame finale occorrerà noleggiare una barca al costo di 60 euro. Le lezioni per il conseguimento di questa patente nautica sono suddivise in 22 appuntamenti teorico-pratici nella versione classica. Chi invece preferisca seguire un corso full immersion avrà 15 incontri da tre ore l’uno allo stesso prezzo.

Inoltre, per chi avesse delle esigenze particolari, è possibile seguire dei corsi personalizzati per la patente di navigazione su barca: il costo patente nautica in questo caso varia dai 590 fino ai 1130 euro. Scoprite di più, e per la prossima estate, dominate mari e laghi al comando di una barca a vela.

 

 

 

I giochi più in voga del momento

gaming

Il gaming, ossia l’arte di affezionarsi a un videogioco, è dagli anni ’80 qualcosa di molto presente in Italia. Sia attraverso un pc o una console, o come è adesso di moda grazie a un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet, in tanti sono gli appassionati di giochi che passano molte ore delle loro giornate dilettandosi con queste attività ludiche virtuali. Abbondantemente passata la metà dell’anno 2018, è importante dunque tracciare un bilancio dei giochi più acquistati quest’anno, in modo da rendersi conto delle principali tendenze dei gamer italiani, che si dividono tra questi e le sempre più realistiche app di giochi da casinò, delle attività ludiche sempre di moda nonostante il passare del tempo.

Limitare le distrazioni a lavoro per migliorare la produttività!

I messaggi vocali, la disponibilità di Internet 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e persino le conversazioni occasionali fuori dal tuo ufficio, possono “aiutarti” a distrarti. Come per le e-mail, è dunque consigliabile destinare a degli orari specifici il controllo e la risposta a messaggi & co. E, a seconda di quale sia il progetto più urgente, potresti anche considerare di spegnere il tuo computer per eliminare il fascino infinito di Internet.

Ad ogni modo, se ti senti sopraffatto dal peso del lavoro, è possibile che tu ne stia in realtà assumendo troppo in una volta sola. Se dunque ti senti stressato o ansioso, cerca di assumere un piccolo trucco utile per poter fronteggiare compiti apparentemente troppo grandi: distruggilo in parti più piccole e più gestibili. Se sei ansioso di dover fare necessariamente qualcosa prima della fine della settimana, suddividi il grande impegno in maniera tale che ti faccia sentire più concentrato sul micro obiettivo. Stabilisci obiettivi realistici un giorno alla volta o anche un’ora alla volta.

Infine, un piccolo suggerimento finale: fino a quando ti è possibile, cerca di lavorare sempre in uno stesso luogo, poiché se ti abitui ad un posto, anche la tua mente finirà con l’abituarsi all’area e può facilitare il tuo compito professionale. Trovare coerenza nel proprio ambiente di lavoro, in altri termini, e cercare di lavorare nello stesso posto per lo stesso tempo, creando una sorta di routine, aumenta la naturale tendenza a lavorare meglio.

Conoscere se stessi per avere successo nel lavoro

Volete avere successo nel lavoro? Il punto di partenza non può che essere quello di conoscere meglio se stessi. È questo, d’altronde, il principio base della psicologia, dell’auto-miglioramento e dell’intelligenza emotiva. Ma come fare?

Un modo interessante è certamente domandare un feedback regolarmente. Cerca dunque di capire come le persone ti percepiscono. Potresti non raggiungere l’impatto che ti aspettavi nel lavorare con gli altri e, in questo caso, dovrai anche cercare di capire il perché. Sii sempre proattivo nello scoprire cosa pensa la gente di te e del tuo stile di interazione e di approccio formale e relazionale. Sii aperto e riconoscente per il feedback che ricevi, e non stare mai sulla difensiva né sullo stile aggressivo. Cerca di capire piuttosto che essere capito.

Rifletti anche sulle prestazioni: alcune persone di successo sono gregarie ed estroverse mentre altre sono riservate e introverse. Ma tutte le persone di successo sanno come passare il tempo da sole a riflettere sulle loro prestazioni e sui loro comportamenti. Pertanto, prenditi del tempo ogni giorno per riflettere sul lavoro e sulle interazioni quotidiane.

Prenditi sempre molto tempo alla fine di importanti iniziative di lavoro per riflettere sulla qualità di ciò che hai prodotto e sull’efficacia del tuo lavoro. La chiave per riflettere sulle prestazioni rimane equilibrata nella tua autovalutazione. Sii autocritico: capisci cosa avresti potuto fare meglio e impara da questi errori. Ma anche cerca di riconoscere il tuo successo ogni volta che è giustificato: festeggia e sii orgoglioso di quello che hai fatto bene.

Ricorda di fare tutto questo con grande frequenza, perché anche in questo ambito della tua crescita professionale non potrai mai sentirti “arrivato”!

Come diventare un designer di moda

Gli stilisti creano design per abbigliamento e accessori e portano a compimento questi progetti, realizzandoli materialmente da soli o supervisionando la loro creazione da parte di dipendenti o collaboratori. Ogni designer ha il proprio gusto estetico, e l’estetica si evolve nel tempo con il cambiare delle tendenze e della visione del designer stesso.

Essere un designer di moda implica molto più che abbozzare un disegno. I progettisti utilizzano spesso speciali software CAD (computer-aided design), sono esperti nel cucito e hanno familiarità con i colori e con i diversi tipi di materiali utilizzati per realizzare capi e accessori. Devono anche essere consapevoli del lato business della moda, incluso il merchandising e il marketing.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi