Cos’è il ROE?

Cos’è il ROE?

Il ROE (return on equity) è un importantissimo indicatore del rendimento del capitale proprio. È, per intenderci, l’indicatore cui gli investitori sono maggiormente interessati quando valutano una società, poiché misura il modo More »

Cos’è la fiducia dei consumatori

Cos’è la fiducia dei consumatori

Tenere d’occhio la fiducia dei consumatori è sicuramente uno dei migliori modi per non perdere di vista un fondamentale indicatore in grado di intercettare i segnali del “futuro” del mercato. Quando la More »

Cos’è la deflazione e perché è importanti per i trader

Cos’è la deflazione e perché è importanti per i trader

Oltre ad osservare gli indicatori economici più noti (PIL, disoccupazione, ecc.), i trader non potranno che cercare di andare a caccia di eventuali segnali iniziali di deflazione. Un termine che diventa una More »

Cos’è il day trading?

Cos’è il day trading?

Quando si investe online, si può fare anche del Day Trading. Ma che cosa è? Quali sono le caratteristiche di questo particolare approccio finanziario agli investimenti? Il Day Trading si riferisce a More »

Tassi conti deposito: a quanto ammontano veramente?

Tassi conti deposito: a quanto ammontano veramente?

I conti deposito sono dei conti che ci consentono di ottenere interessanti tassi di interesse. I tassi dei conti deposito dipendono strettamente dalla banca cui ci si rivolge per attivare questo tipo More »

 

Fiat Doblò usato per il trasporto disabili: allestimenti e agevolazioni fiscali

575slide_noleggio-23

Per agevolare gli spostamenti di una persona disabile sono disponibili sul mercato una serie di veicoli ai quali sono state apportate delle modifiche sia per quanto riguarda l’assetto che per quello che concerne i dispositivi di guida.

Nanogel aiuta a eliminare cellule tumorali post intervento

Il primo passo in molti trattamenti oncologici è quello di rimuovere chirurgicamente il tessuto tumorale, ma spesso questo non è sufficiente a debellare la malattia. Finché infatti rimangono anche poche cellule tumorali, i tumori spesso ricrescono.

Tuttavia, ora un nuovo gel spray innovativo progettato per essere somministrato su una sede tumorale durante l’intervento chirurgico sembra essere in grado di aiutare a prevenire il ripetersi dei tumori.

Usare i tessuti per filtrare l’aria

filtro acqua

In diversi settori industriali l’aria e l’acqua vengono filtrate, prima di essere utilizzate per vari scopi o essere reimmesse nell’ambiente. Si tratta di operazioni quotidiane, necessarie per limitare la presenza di polveri o di particelle di varie misura e natura nell’aria e nell’acqua, o in altri fluidi a seconda dei casi. Per quanto riguarda la filtrazione dell’aria si utilizza spesso un materiale a noi ben noto, ossia il tessuto. All’interno di numerose torri di filtraggio sono infatti presenti filtri a tasca in varie tipologie di tessuto.

Cos’è il ROE?

Il ROE (return on equity) è un importantissimo indicatore del rendimento del capitale proprio. È, per intenderci, l’indicatore cui gli investitori sono maggiormente interessati quando valutano una società, poiché misura il modo in cui un’azienda sta producendo guadagno per i suoi azionisti.

Il ROE misura di fatti quanto sono più o meno elevati gli utili generati dalle risorse messe a disposizione dai suoi azionisti. È logico dunque ritenere che gli investitori cercano aziende con un ROE elevato, e che mostrano segni di crescita costante di questo indicatore, soprattutto in relazione a quello che fanno gli altri competitors.

Cos’è la fiducia dei consumatori

Tenere d’occhio la fiducia dei consumatori è sicuramente uno dei migliori modi per non perdere di vista un fondamentale indicatore in grado di intercettare i segnali del “futuro” del mercato. Quando la fiducia dei consumatori è alta, infatti, i consumatori sono probabilmente più inclini alla spesa. Ed è per questo motivo che la valutazione periodica dell’indice di fiducia dei consumatori assume così tanta importanza per gli investitori!

Per esempio, negli Stati Uniti assume rilevanza il c.d. CCI, realizzato attraverso un campione di 5.000 famiglie, e in grado di rappresentare l’indicatore più accurato della fiducia dei consumatori. Anche se lievi modifiche del dato non sono fortemente indicative di un problema esistente, i grandi spostamenti del dato possono essere un segno di un possibile shock per l’economia.

È anche per questo motivo che le banche centrali come la Fed osservano sempre quel che succede su questo dato per poter ottenere un supporto in grado di influenzare la sua politica dei tassi d’interesse, e dunque a sua volta poter impattare più o meno consapevolmente sui prezzi delle azioni.

Di norma, quando la fiducia dei consumatori risultare essere in calo, la Fed ottiene maggiori probabilità di abbassare i tassi d’interesse, con una condizione che generalmente ai mercati azionari è considerata di gradimento. Livelli di fiducia che tendono ad aumentare spesso può inoltre essere l’avvertimento dell’inizio di un periodo di inflazione, visto e considerato che una tendenza al rialzo rapido della fiducia dei consumatori può indurre la Fed ad aumentare i tassi d’interesse per contrastare l’eccessiva crescita dei prezzi.

Cos’è la deflazione e perché è importanti per i trader

Oltre ad osservare gli indicatori economici più noti (PIL, disoccupazione, ecc.), i trader non potranno che cercare di andare a caccia di eventuali segnali iniziali di deflazione. Un termine che diventa una vera e propria preoccupazione nel momento in cui i prezzi iniziano a scendere, con gli investitori che guardano a tale elemento con crescente timore.

La deflazione si verifica infatti quando si verifica un periodo prolungato di calo dei prezzi. Tra gli esempi più famosi della storia c’è sicuramente quanto accaduto con la Grande Depressione, un classico periodo di deflazione, accentuato anche da altri segnali particolarmente gravosi.

Molti economisti credono che stampare più denaro possa essere curativo per la deflazione, in quanto l’aumento della massa monetaria comporta di norma un aumento dei prezzi (in altri termini, si determina una situazione tale per cui ci sono più soldi che beni da acquistare sul mercato). Tuttavia, non sempre è così.

Durante i periodi di deflazione, aumentare l’offerta di moneta non è necessariamente la risposta giusta. Alcuni economisti credono infatti che iniettare più soldi nell’economia sia rischioso, soprattutto quando la capacità di produzione è in eccesso, inducendo i produttori a continuare a produrre beni anche se i prezzi sono in calo.

Per esempio, all’inizio del 2004 il Giappone ha affrontato un continuo periodo di deflazione, anche se la sua banca centrale aveva abbassato i tassi ad un tasso di interesse effettivo negativo e ha continuato a stampare denaro nel tentativo di sostenere la sua struttura dei prezzi in ribasso. Eppure i prezzi continuavano a scendere, con il Giappone che ha così sperimentato una trappola di liquidità.

Come affrontare e risolvere i grandi carichi di lavoro

Ti è stato appena assegnato un grande progetto di lavoro, particolarmente complesso e ampio. Naturalmente – è normale! – la prima reazione della tua mente è quella di correre con milioni di pensieri diversi su dove iniziare e su cosa ti serve per completare il lavoro in tempo. Di conseguenza, si inizia a creare una lista di cose da fare che… sarà molto ingombrante.

In aumento il mercato dell’auto usata

interno automobile

Chi sceglie un’auto di seconda mano
Come trovare la vettura giusta

Il mercato dell’auto non se la passa molto bene; anche se la crisi più nera è ormai un ricordo si notano alti e bassi, ma alcuni particolari settori mostrano una chiara ripresa, come avviene ad esempio per quello delle auto usate. Sono moltissimi infatti gli italiani che preferiscono scegliere una vettura usata ad una nuova, per motivazioni tra le più varie. Ovviamente la principale è una questione prettamente economica: se scelgo l’usato mi posso permettere, con il medesimo budget, una vettura più grande, con prestazioni migliori o di maggior prestigio.

Montaggio finestre: costi e come trovare il giusto professionista

527installazione-finestre

Con l’inizio dell’inverno sono sempre di più coloro che prendono in considerazione l’idea di sostituire i vecchi infissi con altri nuovi di zecca. Le finestre rappresentano la principale causa di spifferi, muffe e umidità all’interno di un’abitazione e a prova di quanto appena detto basta pensare che il 30% della dispersione di calore è provocata proprio dagli infissi. Anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate ha previsto il bonus infissi, grazie al quale è possibile ottenere una detrazione pari al 50% del costo sostenuto per l’acquisto e l’installazione delle finestre sulla somma da versare a titolo di Irpef, in sede di dichiarazione dei redditi.

5 motivi per puntare ai risultati di ricerca organica

Se sei un marketer, dovresti ben sapere l’importanza di puntare sui risultati di ricerca organica. Ma per quali motivi? Noi ne abbiamo individuato 5 che, magari, hai finora sottovalutato.

Intercettare i potenziali clienti in ogni fase del ciclo di acquisto. La maggior parte degli acquisti sono soggetti a un ciclo di acquisto. In diversi punti di quel ciclo, i potenziali acquirenti sono alla ricerca di informazioni usando diverse frasi chiave. Dare loro ciò che vogliono in ogni fase, significa indurli a tornare da te fino a quando non saranno pronti per l’acquisto. Inoltre, saranno pronti ad acquistare più rapidamente perché l’informazione è il modo migliore per abbreviare il loro ciclo di acquisto.

Molte persone hanno un motore di ricerca come Home Page del loro browser. Spesso, la home page di un browser è impostata su un motore di ricerca. Molti utenti non fanno altro che inserire URL nel motore di ricerca invece che nella barra degli indirizzi del browser. Il che significa che – anche se conoscono l’URL di un sito Web – lo trovano attraverso la ricerca.

Una relazione a tre vie: Motori di ricerca, webmaster e utenti. I motori di ricerca, gli utenti Internet e i proprietari di siti Web sono coinvolti in un rapporto simbiotico e a tre vie, tanto che ogni parte dipende dalle altri due per ottenere ciò di cui hanno bisogno.

Gli utenti vogliono trovare ciò che stanno cercando su Internet. Gli utenti web utilizzano i motori di ricerca per condurli a siti web, e preferiscono i motori di ricerca che offrono i servizi di risultati più rilevanti e utili.

Gli utenti vogliono guadagnare dalla vendita di pubblicità. Più utenti hanno, più i motori di ricerca pubblicitari possono vendere. Pertanto, i motori di ricerca devono elencare i risultati in base alla rilevanza e all’importanza al fine di attrarre e mantenere gli utenti.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi