Category Archives: Consigli utili

Cambio gomme estive: quando va effettuato?

Cambio gomme

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso una ordinanza emanata il 16 gennaio 2013 ha regolamentato la sostituzione dei pneumatici a seconda delle condizioni atmosferiche affinché la guida potesse essere così più sicura. Da ciò è derivata l’esigenza del cambio gomme estive ed invernali e la divisione dell’anno solare in due parti. Da un lato quella riguardante gli pneumatici invernali ovvero gomme più adatte ad affrontare ghiaccio e neve, dall’altra quella riguardante i pneumatici estivi che sono più adatti a resistere alle alte temperature senza sciogliersi. Ogni automobilista deve quindi prestare molta attenzione a tali scadenze e adeguare la propria auto a quanto imposto per la sua e l’altrui sicurezza.

Qual è la data cambio gomme estive e quella del cambio gomme invernali? Dal 15 Novembre gli automobilisti hanno l’obbligo di smontare gli pneumatici estivi e montare pneumatici invernali, mentre dal 15 Aprile ogni auto deve aver montato gomme estive. Nessuno obbliga gli automobilisti a comperare gomme nuove ad ogni cambio. Se gli pneumatici sono in buono stato possono essere deposti in cantina e riutilizzati nel cambio successivo senza alcun problema. Chi non rispetta tali scadenze rischia di incappare in diverse sanzioni amministrative che variano da un minimo di 422 euro ad un massimo di 1682 euro. Oltre a ciò fra le sanzioni vi è anche la possibilità del ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di sottoporre il proprio mezzo ad una revisione straordinaria.

Le regole non sono così ferree. La sicurezza alla guida è molto importante, ma per lasciare agli automobilisti un po’ di tempo per recarsi presso l’officina di fiducia ed effettuare il cambio gomme, è stato concesso un periodo di tolleranza. Attraverso la circolare ministeriale numero 1049, infatti, è stato stabilito che tutti i possessori di una automobile potessero avere un mese di tempo per effettuare il cambio gomme. Dal 15 Aprile, ad esempio, si ha quindi tempo fino al 15 maggio per montare pneumatici estivi ed attrezzarsi così ad affrontare l’asfalto rovente delle strade italiane nelle afose giornate estive della penisola. In inverno si ha tempo, invece, dal 15 ottobre al 15 novembre per adattarsi alle nuove disposizioni.

La regola non vale per tutti. Il Ministero dei Trasporti, con la circolare numero 1049 del 17 maggio del 2014 ha sancito come i pneumatici identificati dalla sigla M+S che abbiano un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione possano essere utilizzati tutto l’anno.

Gli pneumatici vanno comunque tenuti sempre sotto controllo. Nonostante si montino correttamente pneumatici adatti alla stagione è sempre bene controllare che esse non siano né troppo sgonfi e né troppo gonfi perché potrebbero usurarsi in modo irregolare e presentare una aderenza non uniforme in frenata.

Aste al ribasso: come funzionano

asta

La pubblicità delle aste al ribasso è sempre più presente sui siti italiani. Si tratta di una particolare modalità di asta, che permette di acquistare beni per cifre ridicole. Conviene però fare attenzione al reale meccanismo di funzionamento dei siti di aste al ribasso, perché si rischia di spendere cifre anche elevate, senza mai aggiudicarsi alcunché.

Quando il bagno chimico è veramente la scelta più ecologica

bagno chimico

Eventi all’aperto con migliaia di persone, campeggio, concerti o cantieri edili, il bagno chimico ormai è un elemento che tutti ben conoscono e che almeno una volta nella vita ci si è trovati sicuramente a dover usare. Quello che molti non sanno però è che oggi, con le nuove tecnologie e materiali di produzione, il bagno chimico è una grande opzione ecologica ed ecosostenibile. Scegliere dunque di adottare quando necessario un bagno chimico che abbia il minor impatto ambientale possibile, significa fare molto per il bene del pianeta.

Il costo della scuola: le spese per i libri scolastici

libri

In Italia il diritto allo studio è una questione seria, affrontata in modo adeguato dal governo e dalle diverse scuole ed atenei. Qualsiasi scuola, di ogni ordine e grado, accetta l’iscrizione di chiunque possieda i titoli per farlo, proponendo anche particolari esoneri per gli studenti che non hanno i mezzi per seguire un certo corso di studi. Se non si considerano però i pochi fortunati, o particolarmente bravi, che riescono ad ottenere una borsa di studio, andare a scuola è costoso, soprattutto per quanto riguarda l’acquisto dei libri di testo. Per alcune famiglie il peso degli studi dei figli è decisamente eccessivo, cosa che le porta a cercare il risparmio in ogni singola voce correlata allo studio.

Il trasloco a lunga distanza: come organizzarlo

carrello-scatole

Traslocare è sempre una fonte di stress, sia per i cambiamenti cui si va incontro, sia per l’attività vera e propria di postare tutto tra due case, che possono anche essere molto lontane. Nei traslochi Roma Milano le cose si complicano: le due città non sono poi così vicine, è quindi essenziale organizzare tutto per tempo, in modo pratico e preciso.

Vendere oro in totale sicurezza

oro-lingotto

Vendere il proprio oro usato è semplice, basta affidarsi a negozi specializzati di chiara fama, in ordine con tutte le certificazioni e le autorizzazioni necessarie. In momenti di crisi come quello che stiamo attraversando negli ultimi anni sono tante le persone che si affidano ai negozi di rivendita dell’oro usato per racimolare qualche euro. Ma non serve essere in ristrettezze per desiderare di effettuare questo tipo di scambio: capita a tutti dia vere un gioiello che non si utilizza, magari perché regalato da un partner ormai lasciato, o perché semplicemente non è più di nostro gradimento. Esistono due modi per vendere l’oro usato: rivolgersi ad un negozio di acquisto dell’oro, oppure ad una gioielleria.