Goldman Sachs chiude trimestre con utili in crescita

Goldman Sachs chiude trimestre con utili in crescita

Proseguono le buone notizie per quanto concerne le trimestrali dei principali gruppi finanziari statunitense. In particolare, Goldman Sachs afferma di aver archiviato i risultati del primo trimestre con un utile netto quasi More »

Il trading binario è il re della nuova finanza online

Il trading binario è il re della nuova finanza online

Se negli ultimi anni vi è capitato di avvicinarvi con curiosità e con interesse al mondo degli investimenti finanziari, è molto probabile che vi siate imbattuti in siti web che spiegano come More »

Fed, FOMC sempre più ottimista sul futuro

Fed, FOMC sempre più ottimista sul futuro

In linea con le previsioni di mercato, la riunione del FOMC dello scorso mese di marzo – come ben noto – si è conclusa con un rialzo dei tassi di riferimento fed More »

Cosa contiene il piano industriale di Alitalia

Cosa contiene il piano industriale di Alitalia

Alitalia ha lanciato il suo nuovo piano industriale. Un piano ambizioso, che punta a conseguire una riduzione dei costi pari a circa un miliardo di euro entro la fine dell’esercizio 2019 e, More »

Conti deposito: la proposta di CheBanca

Conti deposito: la proposta di CheBanca

CheBanca è la divisione online del Gruppo Mediobanca e propone interessanti tipologie di conti deposito, vincolati e anche privi di vincolo. Chiaramente se si decide di vincolare il proprio denaro, per un More »

 

Cambio gomme estive: quando va effettuato?

Cambio gomme

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso una ordinanza emanata il 16 gennaio 2013 ha regolamentato la sostituzione dei pneumatici a seconda delle condizioni atmosferiche affinché la guida potesse essere così più sicura. Da ciò è derivata l’esigenza del cambio gomme estive ed invernali e la divisione dell’anno solare in due parti. Da un lato quella riguardante gli pneumatici invernali ovvero gomme più adatte ad affrontare ghiaccio e neve, dall’altra quella riguardante i pneumatici estivi che sono più adatti a resistere alle alte temperature senza sciogliersi. Ogni automobilista deve quindi prestare molta attenzione a tali scadenze e adeguare la propria auto a quanto imposto per la sua e l’altrui sicurezza.

Qual è la data cambio gomme estive e quella del cambio gomme invernali? Dal 15 Novembre gli automobilisti hanno l’obbligo di smontare gli pneumatici estivi e montare pneumatici invernali, mentre dal 15 Aprile ogni auto deve aver montato gomme estive. Nessuno obbliga gli automobilisti a comperare gomme nuove ad ogni cambio. Se gli pneumatici sono in buono stato possono essere deposti in cantina e riutilizzati nel cambio successivo senza alcun problema. Chi non rispetta tali scadenze rischia di incappare in diverse sanzioni amministrative che variano da un minimo di 422 euro ad un massimo di 1682 euro. Oltre a ciò fra le sanzioni vi è anche la possibilità del ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di sottoporre il proprio mezzo ad una revisione straordinaria.

Le regole non sono così ferree. La sicurezza alla guida è molto importante, ma per lasciare agli automobilisti un po’ di tempo per recarsi presso l’officina di fiducia ed effettuare il cambio gomme, è stato concesso un periodo di tolleranza. Attraverso la circolare ministeriale numero 1049, infatti, è stato stabilito che tutti i possessori di una automobile potessero avere un mese di tempo per effettuare il cambio gomme. Dal 15 Aprile, ad esempio, si ha quindi tempo fino al 15 maggio per montare pneumatici estivi ed attrezzarsi così ad affrontare l’asfalto rovente delle strade italiane nelle afose giornate estive della penisola. In inverno si ha tempo, invece, dal 15 ottobre al 15 novembre per adattarsi alle nuove disposizioni.

La regola non vale per tutti. Il Ministero dei Trasporti, con la circolare numero 1049 del 17 maggio del 2014 ha sancito come i pneumatici identificati dalla sigla M+S che abbiano un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione possano essere utilizzati tutto l’anno.

Gli pneumatici vanno comunque tenuti sempre sotto controllo. Nonostante si montino correttamente pneumatici adatti alla stagione è sempre bene controllare che esse non siano né troppo sgonfi e né troppo gonfi perché potrebbero usurarsi in modo irregolare e presentare una aderenza non uniforme in frenata.

Pfizer chiude trimestre con risultati contrastanti

Pfizer, il noto gruppo farmaceutico statunitense, ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre 2017 con utili sopra le attese. I risultati sono tuttavia stati complessivamente piuttosto contrastanti, e non totalmente in grado di soddisfare gli analisti.

Più nel dettaglio, la società ha annunciato di aver mandato in archivio i risultati del primo trimestre 2018 con profitti netti al di sopra delle attese, ma ha deluso sul fronte del fatturato, a causa della scadenza dell’esclusiva su alcuni farmaci.

Parodontite, 5 rimedi naturali per 5 sintomi

Salvia

Bando agli equivoci: la parodontite (o piorrea) è una patologia seria, che nei casi peggiori comporta la perdita dei denti. Va perciò trattata con una corretta terapia dentistica. Non esistono rimedi fai-da-te per eliminarla definitivamente, soprattutto se in fase avanzata.

Però è possibile prevenirla, ritardarla – quando è destinata a comparire causa ereditarietà – e lenire i suoi sintomi caratteristici, ad esempio il sanguinamento gengivale.

La parodontite non va d’accordo con caffè, fumo, alcolici e alimenti duri o croccanti. I dentisti consigliano invece una dieta ricca di vitamine e calcio, oltre ad alcuni rimedi naturali che si possono trovare in qualsiasi erboristeria sotto forma di oli essenziali o decotti.

Sfruttare le proprietà benefiche di alcune erbe contro la parodontite è possibile: eccone cinque particolarmente indicate per altrettanti sintomi della malattia.

1. Il silicio dell’equiseto contro il sanguinamento gengivale

Riconosciuto sin dall’antichità per le sue qualità salutari, l’equiseto – si può trovare in capsule e compresse o come succo di pianta fresca – è ricco di sali minerali e di silicio. I dentisti lo consigliano per porre freno al sanguinamento delle gengive, uno dei sintomi caratteristici della parodontite.

2. Per lenire l’infiammazione: betulla e aloe vera
Il gel che si ricava dalle foglie di aloe vera è rinomato per la sua azione antinfiammatoria, lenitiva e rinfrescante. Anche le gemme di betulla – una pianta diffusa sulle Alpi piemontesi e lombarde – sono ricche di vitamina C e flavonoidi: sotto forma di infusi o decotti garantiscono un’efficace azione antisettica.

3. L’azione disinfettante della salvia

L’olio essenziale della salvia è noto per le sue proprietà disinfettanti e cicatrizzanti. Della pianta si utilizzano le foglie e le sommità fiorite, particolarmente utili per limitare l’azione dei batteri che colonizzano le gengive e il colletto dei denti.

4. Tarassaco, il soffione che rinforza le ossa

Quell’inconfondibile fiore giallo che invecchiando diventa un soffione, chi non lo conosce? Proprio lui: è ricco di sostanze benefiche come vitamine e calcio. Il tarassaco – più conosciuto come “dente di leone” o “stella gialla” – è efficace per rafforzare le ossa mascellari e mandibolari erose dai batteri, oltre ad essere un buon antinfiammatorio.

5. Piorrea da stress? Le risorse “magiche” dell’echinacea

Lo stress può essere al tempo stesso causa e conseguenza dello sviluppo della piorrea. Ecco perché l’echinacea – una pianta che i nativi nordamericani consideravano “magica” – si rivela pratica e funzionale: per merito delle sue proprietà immunostimolanti rinvigorisce gli anticorpi quando l’organismo è teso e affaticato.

Parodontite e rimedi naturali? Si, le proprietà benefiche di queste erbe sono ampiamente riconosciute. Non va però dimenticato che alla base della salute della bocca c’è sempre una corretta igiene orale. Affidarsi alla competenza del dentista di fiducia, perciò, è sempre la scelta migliore per prevenire e combattere tempestivamente la piorrea e le altre patologie della bocca.

La Juve ci crede, il Triplete è davvero possibile

juventus

Quello che ad inizio anno sembrava un sogno impossibile da realizzare si sta trasformando in qualcosa di concreto. Stiamo parlando della Juventus e del sogno triplete. Il primo passo è stato fatto. I bianconeri di mister Max Allegri, infatti, hanno conquistato il primo trofeo della stagione vincendo la finale di Coppa Italia contro la Lazio, a Roma. I bianconeri, dopo l’iniziale spavento per il palo colpito dal biancoceleste Keita, hanno comandato il gioco e si sono portati in vantaggio grazie ad una splendida rete al volo messa a segno da Dani Alves, alla sua trentesima finale disputata in carriera. Poco dopo il raddoppio di Bonucci, arrivato sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La Lazio di Simone Inzaghi, nonostante l’ingresso di Felipe Anderson, non è riuscita a violare la porta difesa da Neto e quindi al 90’ è partita la festa della vecchia Signora.

Stati Uniti, fiducia dei consumatori in lieve calo

Stando agli ultimi aggiornamenti statistici disponibili negli USA, la fiducia dei consumatori statunitensi, rilevata dal Conference Board ad aprile, è diminuita in maniera modesta a 120,3 punti da 124,9 punti risalenti all’update relativo al mese di marzo. La correzione riguarda sia l’indice corrente (a 140,6 punti da 143,9 punti) che quello delle aspettative (a 106,7 punti da 112,3 punti). Ad ogni modo, il calo non può modificare il buon quadro di riferimento, con la fiducia che rimane su livelli storicamente molto elevati, coerenti con una dinamica dei consumi compresa fra il 2 e il 3 per cento annuo.

Le famiglie combattono la crisi navigando sul web

bet

Ogni giorno molte famiglie italiane si ritrovano in serie difficoltà economiche a causa del lavoro che scarseggia e dei licenziamenti che stanno diventando sempre più frequenti soprattutto nel settore privato. La possibilità di trovare e mantenere un lavoro fisso e duraturo è ormai diventata un miraggio, di conseguenza bisogna adattarsi a svolgere lavori saltuari che spesso vengono pagati poco. In un momento così difficile, ogni occasione è buona per risparmiare denaro sfruttando le promozioni e gli sconti offerti dai negozi cittadini e da quelli online.

Goldman Sachs chiude trimestre con utili in crescita

Proseguono le buone notizie per quanto concerne le trimestrali dei principali gruppi finanziari statunitense. In particolare, Goldman Sachs afferma di aver archiviato i risultati del primo trimestre con un utile netto quasi raddoppiato a 2,26 miliardi di dollari, corrispondente a 5,15 dollari per azione: il dato ha tuttavia smentito quelle che sono le attese di consenso, che vertevano su un valore di 5,34 dollari per azione, risentendo soprattutto del minor contributo derivante dalle attività di trading sul reddito fisso, che comprende bond, materie prime e valute.

Esposizione al sole, troppi bambini si scottano

Anche se le famiglie italiane sono mediamente più attente a tutelare i propri bambini dal sole, le statistiche più recenti ci dicono che ancora oggi un bambino su quattro riporta almeno una scottatura solare durante la propria vita e quasi due su dieci non utilizzano creme o cappellini per proteggersi dai danni dei raggi ultravioletti.

I risultati, ottenuti mediante uno studio promosso dall’Intergruppo per il Melanoma (IMI) e dal Centro Studi GISED, permettono di comprendere le abitudini estive di famiglie e ragazzi, e sensibilizzare entrambi sulla necessità e sull’importanza di evitare le scottature solari per poter prevenire il melanoma, sempre più diffuso in tutta Italia, considerato che questo tipo di tumore della pelle è praticamente raddoppiato nell’ultimo decennio, con un’incidenza prevalente fra i giovani.

Italia, migliora il debito della pubblica amministrazione

I passi in avanti ci sono, anche se gli osservatori ritengono che i margini di efficientamento e di ulteriore miglioramento siano molto evidenti, e che tanto rimanga ancora da fare sul comparto. Parliamo, in questo caso, dell’andamento dell’indebitamento netto della Pubblica Amministrazione, che gli ultimi dati ufficiali risalenti al mese di marzo confermano pari al 2,4 per cento del prodotto interno lordo nell’intero 2016, con un passo in avanti migliorativo di tre decimi di punto percentuale rispetto al 2,7 per cento che invece era stato rilevato nel corso del precedente 2015, e peraltro in coerenza con i dati annuali già pubblicati lo scorso 1° marzo.

Le diverse tipologie di trust immobiliare

trust

Il trust è una sorta di vincolo che lega il disponente, colui che lo avvia, al trustee, colui che se ne dovrà fare carico. Il disponente trasferisce parte dei suoi beni al trustee, che si dovrà occupare di gestire e anche far fruttare i beni così ottenuti, in vista di uno scopo ben preciso, che gli viene indicato dal disponente nel momento in cui si avvia il trust stesso. Questo tipo di istituto giuridico può comprendere qualsiasi tipo di bene, mobile e immobile, compresi appartamenti o costruzioni di vario genere.