Sguardo degli occhi: dove dobbiamo guardare?

Home / Sguardo degli occhi: dove dobbiamo guardare?

Gli occhi rappresentano un elemento fondamentale nella comunicazione non verbale. Ma dove dobbiamo guardare?

Ci sono alcune regole che possiamo adottare per sapere dove guardare e nelle prossime righe cercheremo di comprendere come funzionano.

Iniziamo però con il rammentare come molti di noi avranno avuto l’esperienza in cui qualcuno ha guardato nella zona sbagliata. Quando lo fanno, può farci sentire a disagio. Se vuoi divertirti un po’, la prossima volta che parli con un amico o con qualcuno che conosci bene, fissa un punto qualche centimetro sopra la sua testa. Si gireranno e guarderanno dietro di loro e chiederanno cosa stai guardando.

Anche se nulla è scolpito nella pietra, è sempre consigliabile fare attenzione agli sguardi. Molti uomini spesso usano lo sguardo intimo troppo rapidamente con conseguenze indesiderate. Proviamo a saperne di più.

Occhi in alto, occhi in basso

Tra gli sguardi “danzanti”, possiamo ottenere più informazioni quando le persone ci parlano o rispondono a una domanda. Il movimento degli occhi è stato ampiamente conosciuto e utilizzato nella PNL (Programmazione Neuro Linguistica). Gli occhi si muovono e questo riflette la strategia di pensiero della persona. Come ogni cosa, gli esseri umani sono complicati e questa informazione è abbastanza vera per essere… vera.

Vedere su, sentire giù

Cominciamo mantenendo le cose molto semplici. Quando le persone vogliono ricordare un’immagine o creare un’immagine nel loro mondo interno, i loro occhi si muovono verso l’alto. Quando stanno ricordando o creando un’emozione o parlando con se stessi gli occhi guarderanno in basso. Infine, quando le persone vogliono ricordare o sentire un suono i loro occhi si muoveranno di lato.

Le due cose più utili da osservare sono se gli occhi di qualcuno guardano in alto o in basso. Sono in modalità visiva/immagine o sono in modalità sentimento/parlare con se stessi. Imparare ad affinare la vostra consapevolezza e diventare consapevoli dei movimenti degli occhi vi aiuterà enormemente in qualsiasi situazione di comunicazione. Se sei un terapeuta, un consulente, un allenatore o lavori nella professione medica, allora essere in grado di sapere quando qualcuno sta accedendo a un’emozione è molto potente. È anche molto utile quando si guarda all’attrazione.

Il movimento degli occhi

Nella maggior parte dei casi, se qualcuno è destro, richiamerà un’immagine da un ricordo guardando in alto a sinistra. Se qualcuno è mancino, avviene il contrario e guarderà in alto a destra. Se una persona destra sta creando un’immagine interna, allora guarda in alto a destra. Il contrario avviene per i mancini.

Alcuni osservatori hanno suggerito che si può usare questa comprensione del movimento degli occhi per individuare quando qualcuno mente. Sostengono che si può dire se qualcuno sta creando piuttosto che ricordare un’esperienza. In realtà, la comprensione del movimento oculare ci dà un altro indizio su cosa sta succedendo nel mondo interno di qualcuno e nient’altro. In altre parole, ci dà la loro strategia per fare qualcosa. Detto questo, il vantaggio di diventare consapevoli e comprendere il movimento degli occhi è che ci dà un indizio e ci permette di esplorare ulteriormente le cose.

Possiamo usare questa osservazione per migliorare la nostra comprensione di ciò che le persone stanno pensando. Se per esempio chiedeste a qualcuno che è destro: “Cosa hai fatto ieri sera? Vi aspettereste che alzi lo sguardo verso sinistra. Questo indicherebbe il recupero dell’immagine di ciò che è successo la sera precedente. Se guardasse prima a destra, questo implicherebbe che sta creando un’immagine e quindi che si sta inventando le cose.

Tuttavia, non è così semplice. Alcune persone accedono ai ricordi prima di tutto richiamando un’emozione o accedendo a un suono. In questa situazione, si può vedere gli occhi muoversi verso il basso o di lato.

In secondo luogo, potrebbero non voler rivelare dove si trovavano. Potrebbero costruire un’immagine di ciò che accadrebbe se lo rivelassero e farlo prima di accedere all’immagine di dove erano esattamente la notte scorsa.

Il movimento degli occhi può essere molto complicato e quindi è sempre meglio usare l’approccio del cioccolato Toblerone o della barretta di cioccolato. Come ogni nuova abilità, è meglio suddividerla in piccoli bocconi. Il primo passo è diventare consapevoli che sta succedendo. Il passo successivo è notare se gli occhi si muovono in alto o in basso. Poi guardare e vedere se si muovono a sinistra o a destra.

Mantenere le cose semplici per cominciare. Guardare in alto significa vedere un’immagine, mentre guardare in basso significa accedere a un’emozione o al dialogo con se stessi.

Mi piace quello che vedo

Guardiamo ora le pupille. Le pupille degli occhi si dilatano e si restringono in risposta a stimoli esterni. Sono sotto il controllo del sistema nervoso autonomo e sono controllate automaticamente. Non siamo in grado di annullare la loro azione. Le pupille si dilatano quando vediamo qualcosa che ci piace o che ci stimola.

Anche il linguaggio ci aiuta. Avrete sentito l’espressione “occhi da cucciolo di cane”. Le pupille si dilatano anche quando vediamo qualcuno che ci piace o da cui siamo attratti e l’espressione “bedroom eyes” riflette questo. Le pupille delle donne si dilatano più velocemente di quelle degli uomini.

Gli antichi commercianti di gemme cinesi erano soliti osservare la dilatazione delle pupille dei loro acquirenti quando negoziavano i prezzi. Le prostitute, secoli fa, mettevano negli occhi delle gocce di belladonna che contengono atropina. Questo faceva dilatare le pupille per farle apparire più attraenti. I giocatori di poker sono consapevoli dell’effetto della dilatazione delle pupille e indossano occhiali scuri per evitare di comunicare una buona mano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi