Scegliere la nuova casa: come ottimizzare il tuo budget

casa acquisto

Calcolare la rata di mutuo ideale

Scegliere il mutuo più adatto alle nostre esigenze

Prima di iniziare a cercare la casa dei tuoi sogni, è fondamentale sapere cosa puoi effettivamente permetterti. Calcolarlo non è molto difficile, e sul web puoi trovare degli ottimi servizi che ti permetteranno di conteggiarlo. In linea di massima, non dovresti mai indebitarti oltre il 30% del tuo reddito mensile, andando a sommare in questa percentuale non solamente la rata del mutuo, quanto anche altre eventuali rate che stai pagando presso banche e finanziarie.

Come ci ricordano gli esperti di www.passione-immobiliare.it, inoltre, rammenta che quando richiedi un mutuo ipotecario, l’importo che domanderai sarà uno dei fattori chiave per l’approvazione della tua richiesta e ti aiuterà a determinare il tasso di interesse e, eventualmente, i termini del prestito. Quindi, controlla di quanto hai esattamente bisogno prima di iniziare l’intero processo: domandare di più rispetto a quanto hai realmente bisogno di esporrà al pagamento di maggiori interessi in modo inutile, ma domandare di meno rispetto a quanto hai bisogno ti esporrà – di contro – al rischio di dover rinunciare ad alcune spese o, ancora peggio, ricorrere a nuovi finanziamenti “tardivi”.

Fare più preventivi di mutuo

Detto ciò, ricorda anche che molti acquirenti di case hanno la cattiva abitudine di ottenere un solo preventivo da una sola banca finanziatrice. Si tratta di una pessima prassi e di un buon modo per… lasciare più soldi sul tavolo di questa operazione. Di contro, confrontare i tassi dei mutui di almeno tre istituti di credito, o utilizzare gli aggregatori che puoi trovare online, ti permetterà di risparmiare anche migliaia di euro nel corso dell’intero piano di ammortamento.

Nel far ciò, non limitarti a ponderare i vari tassi di interesse che le diverse banche alle quali ti sei rivolto finiranno con l’applicare. Cerca di indagare anche sulle altre condizioni economiche (spese di istruttoria, di perizia, ecc.) e ottieni informazioni precise anche su ulteriori elementi di indagine, come ad esempio la durata dell’iter di istruttoria e – insomma – il tempo che la banca impiegherà per poterti erogare il mutuo.

La pre-delibera del mutuo

Infine, un piccolo consiglio spesso sottovalutato, ma che è in realtà fondamentale per condurre una trattativa più serena con il venditore. Molte banche ti consentono di ottenere una pre-delibera per un mutuo, che ti permetterà di stimare quanto il creditore è disposto a prestarti sulla base del tuo reddito e degli altri debiti che hai attualmente. Prova a ottenerne una, in tempi non sospetti: ti permetterà di avere tra le mani una sorta di lettera di approvazione del prossimo mutuo, che potrai anche condividere con il venditore per incrementare il tuo livello di credibilità.

In ogni caso, evita di stringere qualsiasi accordo con il venditore prima di essere certo al 100 per cento che potrai adempiere ai tuoi obblighi contrattuali. Abbi cura di recarti presso l’istituto di credito e condividere con la banca ogni passo: si tratta di una buona abitudine che ti permetterà di poter compiere con maggiore serenità quella che probabilmente sarà l’operazione di indebitamento più importante della tua vita, ponendoti – di contro – al riparo da spiacevoli inconvenienti.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi