Il costo della scuola: le spese per i libri scolastici

In Italia il diritto allo studio è una questione seria, affrontata in modo adeguato dal governo e dalle diverse scuole ed atenei. Qualsiasi scuola, di ogni ordine e grado, accetta l’iscrizione di chiunque possieda i titoli per farlo, proponendo anche particolari esoneri per gli studenti che non hanno i mezzi per seguire un certo corso di studi. Se non si considerano però i pochi fortunati, o particolarmente bravi, che riescono ad ottenere una borsa di studio, andare a scuola è costoso, soprattutto per quanto riguarda l’acquisto dei libri di testo. Per alcune famiglie il peso degli studi dei figli è decisamente eccessivo, cosa che le porta a cercare il risparmio in ogni singola voce correlata allo studio.

Il risparmio per chi studia

La principale voce di spesa per chi va a scuola è costituita dai libri di testo, che non si può evitare di acquistare: si tratta infatti di strumenti didattici di fondamentale importanza, il cui acquisto garantisce anche la continuità della ricerca nelle diverse discipline. Ma come risparmiare sui libri scolastici? La risposta non è poi così semplice, soprattutto perché molti testi vengono sostituiti ogni pochi anni, per mantenerli aggiornati e al paso con i tempi. Sempre più spesso i libri del fratello maggiore non possono più passare al minore, anche alle scuole medie. Il modo migliore per risparmiare in questo senso è cercare le offerte, disponibili sia in rete che nei negozi e ipermercati diffusi sul territorio. Oggi anche molti centri commerciali propongono particolari offerte, che speso consistono nella restituzione di una percentuale di quanto speso sotto forma di buoni sconto. Anche se si tratta di metodi per fidelizzare il cliente, è chiaro che è molto conveniente ottenere il 10 o 20% della spesa per i libri di testo dei figli come buono sconto, da utilizzare per tutte le altre spese della famiglia. Anche online sono diversi i siti che offrono interessanti proposte, sui singoli testi o sull’intero acquisto. A volte il risparmio viene applicato solo per chi prenota i libri con grande anticipo, conviene quindi muoversi già durante i mesi estivi.

I libri usati

Per alcuni corsi di studi anche i libri dell’anno precedente, o anche più vecchi, possono essere utilizzati senza problemi. In queste situazioni comprare un libro usato è particolarmente conveniente: il prezzo in genere si dimezza. L’importante è poter controllare che il testo non sia rovinato, strappato o eccessivamente sottolineato, cosa che impedisce di studiare in modo personalizzato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi