Condizionatore fisso o portatile? Ecco come decidere

2 condizionatori-portatiliCome si sceglie un condizionatore? Quali valori bisogna guardare per la scelta? Qual è il prezzo ideale per l’acquisto? A tutte queste domande proveremo a dare una risposta completa in pochissimo spazio in modo da lasciarti il tempo e la curiosità di andare a sbirciare i Migliori condizionatori portatili attualmente in commercio. La prima domanda da porsi per l’acquisto di un nuovo condizionatore è: preferisci un modello portatile o uno fisso? Eccoti allora qualche consiglio per decidere al meglio.

Perché dovresti scegliere un condizionatore portatile?

Se sei orientato a condizionatori piccoli e che in poche mosse sono pronti per il primo utilizzo allora la miglior soluzione sono i modelli portatili. Attenzione però a non confonderti. Tra i modelli portatili esistono condizionatori che, di fatto, non lo sono a tutti gli effetti. Cosa significa? Che ci sono modelli che sono caratterizzati da sistema a split o da tubo di scarico che dovrai collegare necessariamente verso l’esterno. Non dovrai bucare la parete o la finestra ma convogliare il tubo all’esterno per consentire al condizionatore di funzionare correttamente. Alcuni altri modelli potatili, invece, sono dei dispositivi di refrigerazione mobili sprovvisti di tubo. Per questo funzionano ad acqua e devono essere continuamente ricaricati. Quindi quando ti troverai a valutare i modelli in commercio ne troverai almeno tre tipologie. Per la scelta stabilisci il modello adatto pensando agli ambienti da refrigerare e alla potenza che ti aspetti in base al prezzo. Se vivi con anziani e bambini, solitamente più sensibili all’eccessivo calore, anche un modellino piccolo realmente portatile potrebbe andare bene.

Perché optare per un modello fisso?

I condizionatori fissi sono mediamente più costosi e richiedono una preventiva installazione per il primo utilizzo. Al costo dell’elettrodomestico, quindi, dovrai aggiungere anche questa spesa. C’è poi l’aspetto dei consumi e della potenza che se da un lato offre maggiori prestazioni, dall’altro potrebbe rivelarsi più impegnativo sulla bolletta. Certo è che un condizionatore fisso assicura prestazioni invidiabili e che è maggiormente indicato per rinfrescare tutta la casa senza la preoccupazione di doverlo spostare di stanza in stanza a seconda delle necessità. Il condizionatore fisso, quindi, una volta installato resta fermo al suo posto e necessita di una seppur minima manutenzione. Cosa cambia tra questo e un modello portatile a split? La differenza risiede proprio nel meccanismo di scambio con l’esterno che, nei condizionatori portatili è sempre rimuovibile e spostabile altrove.

Come capire costi e valore di un condizionatore?

I costi e il valore di un condizionatore sono influenzati da una serie di fattori, tra cui al primo posto risiedono la potenza refrigerante e la classe energetica rispetto alla portata in metri cubi all’ora. Quindi il prezzo sale per modelli in grado di raffreddare al minor consumo ambienti ampi. Nel costo sono previste anche comodissime funzioni extra tra cui la conversione in calore, la possibilità di programmare l’accensione e lo spegnimento, la funzione di deumidificazione ma anche il telecomando, la ionizzazione dell’aria ecc… Maggiori sono le funzioni incluse e maggiore sarà di conseguenza il prezzo del condizionatore.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi