Angolo spa domestico: ecco come realizzarlo nel proprio giardino

Home / Angolo spa domestico: ecco come realizzarlo nel proprio giardino
woman-gf9a2fe304_1280-ovierasola spa

Rilassarsi in una spa dopo una giornata particolarmente stressante è il desiderio di molte persone. Tuttavia, non sempre è possibile concedersi diverse ore lontano da casa. Proprio per questo, se si ha un giardino, è possibile creare un angolo di relax domestico, a cui accedere in qualsiasi momento e disponibile per tutta la famiglia. Infatti, a differenza della vasca idromassaggio, che richiede un bagno abbastanza grande, la vasca spa da giardino può essere posizionata anche nelle aree più piccole, compresi i terrazzi.

Diversi tipi di vasche da esterno

Le vasche da esterno sono di due tipologie: fisse (cioè a incasso, interrate o semi-interrate) oppure gonfiabili. Queste ultime sono più economiche e possono essere posizionate in qualsiasi luogo pianeggiante; in più, al termine della stagione estiva, è possibile sgonfiarle e toglierle dal giardino o dal terrazzo. Invece, le vasche idromassaggio fisse sono delle piccole piscine che consentono di avere una vera spa da giardino a casa propria. Infatti, a differenza delle piscine gonfiabili, che hanno gli ugelli per i gettiti solo sul fondo della vasca, quelle fisse emettono gettiti d’acqua da tutta l’area, compreso lo schienale, così da massimizzare il beneficio per il corpo.

Come scegliere una spa da giardino

Per scegliere una piscina idromassaggio da esterno, che sia essa fissa o gonfiabile, bisogna tenere conto di alcune caratteristiche:

  • La grandezza: esistono mini piscine adatte ad una sola persona o due, oppure modelli più grandi, che possono ospitare cinque o più persone. Bisogna scegliere la dimensione giusta a seconda del numero dei componenti della famiglia e, ovviamente, dello spazio che si ha a disposizione;
  • Il tipo di massaggio: l’idromassaggio può essere effettuato mediante getto ad acqua (ovvero grazie alla corrente generata nella vasca) oppure ad aria, che in genere è meno potente. Alcuni modelli, invece, combinano getto ad aria e ad acqua;
  • Gli accessori: nella scelta della spa da giardino, va considerata anche la presenza di eventuali funzioni extra. Alcune vasche da esterno, ad esempio, hanno la potenza regolabile, il timer oppure offrono la possibilità di riscaldare l’acqua per la stagione invernale;
  • La forma: in genere, le mini piscine idromassaggio sono quadrate oppure rotonde e quindi facili da adattare a qualsiasi ambiente. Tuttavia, è possibile trovare in commercio anche piscine esagonali oppure rettangolari per i modelli più capienti. In alternativa, è possibile farsi realizzare una piscina fissa su misura, adattandola al proprio spazio.

Come realizzare un angolo spa

Istallare una vasca idromassaggio nel proprio giardino non è un’operazione immediata. Scegliendo per una piscinetta fissa, in genere sono i tecnici che si occupano del sopralluogo degli ambienti e della realizzazione dell’opera. Optando, invece, per una piscina gonfiabile, bisogna controllare in autonomia le condizioni del terreno, che deve essere abbastanza solido da reggere la piscinetta con il suo peso. Questi controlli devono essere effettuati in particolar modo se si ha intenzione di posizionare la piscina nel terrazzo, poiché potrebbe essere pericoloso. Ancora, è necessario avere nelle vicinanze della piscina un impianto per l’ingresso e lo scarico dell’acqua, nonché la presa della corrente: è fondamentale che essa sia dotata di interruttore di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi