7 cose da valutare prima di comprare una criptovaluta

Home / 7 cose da valutare prima di comprare una criptovaluta
calculator-385506_1920

calculator-385506_1920Se sei nuovo nel mondo delle criptovalute e ti stai domandando se investire o meno, ecco 7 cose che ti consigliamo di tenere a mente.

Non investire mai più di quanto puoi permetterti di perdere.

Le criptovalute sono più rischiose di molti altri tipi di investimenti. A parte la volatilità, nulla è garantito. Inoltre, nella maggior parte dei casi, non sono regolamentate. Non esiste una garanzia sul deposito.

I prezzi delle criptovalute possono cambiare drasticamente di minuto in minuto

Sebbene il mercato sia spesso abbagliato da una corsa al rialzo, in passato le criptovalute hanno subito correzioni dolorose e prolungate e quasi certamente lo faranno di nuovo.

Il grado di rischio varia

Bitcoin, la prima criptovaluta, esiste da oltre un decennio ed è molto meno probabile che svanisca rispetto alla maggior parte delle altre monete. Tuttavia, non è esente da rischi. Di conseguenza, non puntare i risparmi di una vita su nessuna moneta digitale.

Conduci ricerche approfondite

Prima di investire una quantità significativa di denaro in qualsiasi moneta digitale, passa diverse ore a fare ricerche sulla tecnologia sottostante per assicurarsi di capire la proposta di valore e i rischi. Il fatto che altre persone la comprino non vuol dire che abbia una proposta di valore. Leggi tutto quello che puoi sull’argomento, partecipa ai forum della community e alle mailing list degli sviluppatori. Ascolta i podcast e prendi in prestito libri dalla biblioteca su argomenti come moneta digitale, crittografia, teoria dei giochi ed economia. Dai poi un’occhiata a importanti siti web di criptovalute e fai più domande che puoi. Se non capisci qualcosa, non aver paura di chiedere chiarimenti. Le persone sincere si prenderanno il tempo necessario per assisterti, ma diffida di coloro che credono di avere tutto sotto controllo. Anche se sei convinto di investire, cerca gli scettici (ce ne sono molti) e considera anche i loro argomenti.

Non investire per paura di perdere il treno

Rifiuta di soccombere alla ‘paura di perdere il treno’. Se la tua unica motivazione per investire è evitare di perdere questa occasione, sappi che l’unica cosa che non perderai è… il tuo capitale. La paura di non far parte della folla è infatti un modo sicuro per esaurire qualsiasi ricchezza accumulata nel corso degli anni. Il problema è che si tratta di una reazione istintiva a qualcosa che dovrebbe prima essere studiato. Fare trading basandosi sul tuo istinto ti porterà sicuramente in perdita. Non cedere dunque alle pressioni di amici e colleghi. Considera bene tutte le tue opzioni e valuta il caso di un investimento in base ai suoi meriti. E ricorda che se qualcosa sembra troppo bello per essere vero… molto probabilmente lo è. Ci sono troppe persone che promettono che il loro progetto sarà quello che detronizzerà il Bitcoin. Ma è questo il caso?

Attento al ‘bias di unità’

Solo perché una moneta viene scambiata intorno a 1 dollaro non significa che sia “più economica” di Bitcoin, che di dollari ne vale diverse decine di migliaia. Tutte le monete non sono create uguali. Ci sono letteralmente migliaia di criptovalute, alcune delle quali tentano di replicare il Bitcoin e altre che tentano di risolvere altri problemi. Tutte hanno vari gradi di decentralizzazione e supporto degli sviluppatori. Per determinare il valore di una moneta, bisogna prima chiedersi come e perché è stata creata. Qual è la sua utilità sostenibile? Chi è incaricato di lavorarci? Qual è la dimensione della comunità di sviluppatori? Quanto è attivo il repository GitHub, dove vengono tipicamente registrati gli aggiornamenti del software open-source? Una codebase, come un edificio, richiede manutenzione e la negligenza può portare a un cedimento strutturale. Qual è, soprattutto, il modello di sicurezza della moneta – proof-of-work, proof-of- stake, o qualcos’altro? Se è il primo, come si confronta l’hashrate con quello di altre monete PoW? Se non capisci cosa significano questi termini, forse non sei preparato ad investire.

Perdi le chiavi, perdi le monete

Le criptovalute, come i contanti o i gioielli, sono un bene al portatore. Il che significa che si presume che il possessore sia il legittimo proprietario. Una volta perse o rubate non ci sono più. Di conseguenza, gli utenti avanzati ti consiglieranno di non affidare le chiavi crittografiche di un portafoglio di valuta digitale a terzi, come un exchange, perché queste aziende sono in gran parte non regolamentate in molti posti e possono essere soggette a hacking o exit scam (il furto dei fondi dei clienti). Negli ultimi anni le piattaforme di finanza decentralizzata (DeFi) sono state soggette ad una serie di exploit di alto profilo, così come le piattaforme centralizzate come Binance. Tuttavia, tenere le chiavi su un dispositivo hardware o anche un pezzo di carta con una stringa di numeri e lettere scritte sopra può essere un affare snervante ed è facile fare un errore. Ecco perché, anche tra gli investitori esperti, si preferiscono i depositari terzi. Le criptovalute sono una questione di compromessi.

Evita di ossessionarsi sul prezzo

Se, come ti consigliamo, investirai in criptovalute con un’ottica di medio lungo termine, non controllare ogni istante il prezzo delle criptovalute. I mercati fluttueranno di giorno in giorno, di ora in ora, di minuto in minuto, ma qualsiasi criptovaluta che valga la pena di essere oggetto di un investimento, sarà una scommessa a lungo termine.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi