Profumi: perché alcuni costano di più

5 pink-2791366_960_720Il prezzo di un profumo è dato da una serie di fattori, tra cui sicuramente il brand fa una parte importante. Si deve poi considerare che gli oli essenziali utilizzati per dare vita a un profumo sono miscelati in quantità differenti, a seconda del profumo e della tipologia di fragranza che si sta acquistando. Questi oli essenziali sono spesso molto costosi, perché serve molto lavoro per ottenerli, ma anche perché spesso si utilizzano ingredienti pregiati. Ci sono poi altri elementi che contribuiscono ad aumentare e a diminuire il prezzo, questioni che riguardano anche il tipo di negozio cui ci si rivolge.

Profumi online a basso prezzo

Oggi chi ama i profumi ha anche un’opportunità particolarmente interessante per fare acquisti: l’ampia scelta e le proposte dei negozi online. Sono proprio gli e-commerce a proporre infatti i profumi ai prezzi più scontati possibili. Questo considerando comunque solo i prodotti di qualità, evitando quindi di rivolgersi alle imitazioni o ai prodotti a basso costi. Ad esempio questo sito propone i profumi in versione tester; si tratta dei flaconi che le case profumiere inviano alle profumerie, che saranno poi utilizzati come tester per le clienti che desiderano sentire una fragranza prima di acquistarla. Il prodotto è il medesimo di quello contenuto nelle eleganti confezioni offerte a prezzo pieno; l’unica differenza sta quindi nel prezzo, che può arrivare a oltre il 50% in meno rispetto a quello di listino.

Le indicazioni presenti sui profumi

Come abbiamo detto, sono gli oli essenziali che fanno aumentare in modo significativo il costo di un profumo, questo a livello di produzione della fragranza. Il resto del fluido è costituito da alcool, acqua e ingredienti vari, che aumentano la durata dell’aroma nel tempo, così come a volte anche conservanti, naturali o di sintesi. Quindi, più è elevata la percentuale di olio essenziale presente in un profumo e, di conseguenza, più è elevato anche il prezzo del flacone. Ma come facciamo a sapere quanto olio essenziale è presente nel profumo che stiamo acquistando? Di fatto tale informazione è presente sul flacone, con precise espressioni, solitamente in francese. Si tratta della diciture eau de toilette, eau de parfum, eau de cologne, che spesso leggiamo sui profumi, senza darvi troppo peso.

La concentrazione di olio essenziale

Partendo dal tipo di profumo che ha maggiore concentrazione di oli essenziali troviamo il parfum, o anche essenza o estratto; si tratta di una miscela che contiene almeno il 15% di olio essenziale, per raggiungere poi il 30% o anche oltre. Chiaramente una percentuale così elevata di olio essenziale dona un carattere molto intenso al profumo, che tenderà anche a durare di più sulla pelle, con una forte persistenza soprattutto delle note di cuore e di fondo. Abbiamo poi l’eau di parfum, con una concentrazione che va dall’8%, per raggiungere anche il 15% nei prodotti più pregiati. Nell’eau de toilette troviamo dal 4% all’8% di oli; l’eau de cologne ha dal 3% al 5% di oli essenziali, mentre le eau fraiches si fermano al 3%, ma se ne trovano anche alcune completamente prive di oli, con fragranze in forma acquosa, molto leggere ed eteree.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi