Derattizzazione: come farla, quanto costa

In primavera e in estate si acuisce il problema legato alla presenza di roditori pronti ad infestare: cantine, garage, giardini, abitazioni, esercizi commerciali e aziende. Quando si inizia ad avvertire un forte odore di ammoniaca, a trovare materiale rosicchiato, ma anche residui di alimenti, e soprattutto feci lungo le pareti o in angoli nascosti, urge ricorrere immediatamente ad una derattizzazione. I topi sono portatori di diverse patologie anche molto pericolose per gli esseri umani e proprio per questo motivo vanno immediatamente cacciati dalle zone dove si sono insediati. Come se non bastasse ogni roditore può danneggiare mobili, provviste e cavi dei vari impianti elettrici creando danni non quantificabili a livello economico.

Derattizzazione: quanto costa?

Quando si è infestati dai topi la prima cosa a cui si pensa è quanto costa la derattizzazione. Definire il prezzo di un intervento non è però possibile perché prima di decidere le strategie da mettere in campo deve essere effettuata un’ispezione preliminare del posto infestato. I fattori che incidono sul costo di una derattizzazione sono: l’ampiezza della zona da trattare, il tipo di trattamento che si sceglie, la frequenza con cui il trattamento deve essere ripetuto nel tempo. Eseguire una derattizzazione nel solaio di una casa di campagna costerà meno che eseguirla in un ristorante così come scegliere trattamenti chimici meno costosi farà sì che il prezzo totale rimanga entro ad un certo range rispetto a chi opterà per trattamenti biologici che si avvalgono delle più moderne e sofisticate tecnologie. Meno si spende, meno garanzie vi sono. In questo caso risparmiare sui trattamenti da eseguire e sui prodotti da utilizzare potrebbe essere controproducente.

Derattizzazione: come farla?

Il professionista scelto per la derattizzazione, dopo aver già fatto un incontro preliminare, si occuperà di analizzare nuovamente la situazione e vedere se vi sono stati cambiamenti. I topi hanno una velocità di riproduzione molto elevata e le cose potrebbero cambiare velocemente. E’ importante agire oltretutto con tempestività prima che il problema si ingigantisca. L’azienda scelta si occuperà di studiare le abitudini dei roditori presenti seguendo le tracce lasciate in giro e di andare a stanare il nido. Scelti i prodotti più adatti e i luoghi dove mettere le trappole si dovranno pianificare però diversi interventi con scadenze ben precise. Importante sarà comunque aumentare le condizione di igiene del luogo infestato e delle zone limitrofe andando ad eliminare tutti quegli elementi che potrebbero far sentire il roditore a casa propria.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi