Carta igienica: sono veramente tutte uguali?

carta igienica

La carta igienica è tra i prodotti più utilizzati e diffusi, per i quali molto spesso tendiamo a non fare una scelta oculata. Visto che se ne usa molta e che i pacchi non costano così poco, spesso la scelta cade sul pacco in offerta il giorno in cui stiamo facendo la spesa. C’è poi chi la sceglie esclusivamente per il colore, che si intona con le piastrelle del bagno, o per la forma e dimensione del rotolo. Invece di affidarci all’umore del momento, dovremmo fare mente locale su quali sono le caratteristiche della carta igienica, in modo da acquistare sempre quella che meglio risponde alle nostre esigenze. Del resto la utilizza tutta la famiglia, ogni giorno e non solo per lo scopo per cui è preposta. Alzi la mano la donna che non ha mai utilizzato uno strappo per struccarsi o per togliere il rossetto in eccesso, o chi non l’ha mai usata per soffiarsi il naso.

Una questione seria

Anche alcune pubblicità che vediamo in TV basano il loro messaggio su un concetto fondamentale: la carta igienica deve essere soffice e delicata, visto che la utilizziamo sulla cute di una zona del corpo che non ama le irritazioni. Questo è il primo elemento su cui ci dobbiamo basare quando scegliamo una carta igienica: che sia piacevole al tatto. Per la scelta del migliore rotolo di carta igienica, poi, ci si deve affidare anche ai gusti personali: c’è chi ama la carta profumata come Carta Camomilla perché è molto soffice e delicata, ed emana anche un ottimo profumo, che rende più gradevole l’aria di tutto l’ambiente. C’è anche chi invece preferisce una carta morbida, ma non eccessivamente spessa. L’effetto “materasso” è quella consistenza decisamente molto soffice che si ottiene accoppiando più veli della carta igienica: c’è chi lo preferisce, chi invece predilige una carta a due veli senza uno spessore eccessivo.

L’assorbenza

Oltre alla piacevolezza al tatto, la carta igienica deve anche svolgere al meglio la sua funzione, ossia pulire ed asciugare. Perché una carta sia perfetta non si deve rompere quando è inumidita e deve assorbire in modo ideale. Anche qui più veli ci vengono in aiuto, anche se alcuni tipi di carte a molti veli risultano poco assorbenti. Meglio prediligere i prodotti soffici e porosi, come ad esempio la carta igienica Regina Beauty, che non è solo piacevole al tatto ma anche bella da vedere.

E i rotoloni?

Per chi ha un occhio di riguardo per l’ambiente e ama avere sempre a disposizione la corretta quantità di carta igienica, è importante anche saper scegliere rotoli della giusta lunghezza. I Rotoloni Regina sono tra i più famosi, lunghi più del doppio dei normali rotoli. Ma a cosa serve così tanta carta? Prima di tutto a non finire il rotolo in poche ore, secondariamente a non sprecare. Sì, perché il cartoncino porta rotolo è lo stesso, sia che si tratti di un rotolo tradizionale sia nei Rotoloni; utilizzando questi ultimi si ottiene quindi un minore spreco di carta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi