Category Archives: Finanza

Dollaro consolida un recupero graduale

Sul fronte valutario, il dollaro statunitense ha visto consolidare il proprio recupero nei confronti delle principali valute controparte, conducendo il cambio con l’euro in area 1,17, dopo il dato sulle vendite al dettaglio USA, che hanno dato indicazioni positive sui consumi e sono in grado di puntellare l’azione restrittiva della Federal Reserve.

Mutuo: come scegliere quello giusto

mutuo casa

è un prestito finalizzato all’acquisto di un bene, con pagamento a medio o lungo termine. Viene comunemente chiamato mutuo il finanziamento per l’acquisto della prima casa, ma è un mutuo anche quello per la macchina o per saldare il conto del dentista o delle vacanze estive. I vantaggi del mutuo sulla casa sono dovuti al fatto che l’istituto di credito cui viene richiesto ha come garanzia del prestito lo stesso immobile acquistato dai suoi clienti. Questo permette alla banca di diminuire i tassi di interesse, in quanto ha una certa sicurezza di poter riottenere i soldi prestati al cliente, tramite iv versamenti periodici o, alla peggio, la vendita dell’immobile.

Unicredit chiude trimestre con risultati sopra le attese

Unicredit ha pubblicato i risultati relativi al secondo trimestre dell’anno, comunicando di aver registrato un utile netto in crescita su base annua del 3,3 per cento a quota 945 milioni di euro; il dato ha battuto le stime di consenso che erano ferme a 676 milioni di euro, e va letto con la precisazione che al netto dell’effetto cambio per la cessione di Bank Pekao sarebbe stato pari a 1,3 miliardi di euro. Ancora, la società ha precisato come il dato risulti essere influenzato da componenti straordinarie positive per 170 milioni di euro e dalla svalutazione di 135 milioni di euro della partecipazione nel Fondo Atlante.

Guida al prestito consolidamento debiti

debt

Ci sono prestiti personali e finalizzati, ci sono prestiti tradizionali e online, ci sono quelli con cessione del quinto, e poi c’è il prestito consolidamento debiti, ossia un prodotto che permette di estinguere in un colpo solo tutti i debiti in corso. In pratica questo prodotto permette di estinguere i finanziamenti in corso accorpandoli in un’unica rata mensile, con la possibilità di ottenere tempi di rimborso e condizioni pure più vantaggiose. I vantaggi del consolidamento debiti, quindi, sono almeno quattro.

Germania, buone notizie dall’IFO tedesco

Sono positive le notizie che arrivano dagli ultimi aggiornamenti macroeconomici nel contesto dell’eurozona. Di fatti, secondo le più recenti elaborazioni compiute, emerge come in Germania, il sondaggio IFO sul clima di fiducia delle imprese, relativo al mese di giugno, abbia prodotto un valore che supera le principali attese degli analisti (che erano pari a 114,5 punti), conducendosi a un livello equivalente pari a 115,1 punti, e pertanto sui valori massimi storici per la serie statistica, avviata dal 1991.

Peggiorano gli ordinativi statunitensi

Periodo di aggiornamenti macro economici anche per gli Stati Uniti, dove gli ultimi dati forniti agli analisti finanziari hanno avuto un andamento altalenante e non omogeneo. In particolar modo, rileviamo come la stima relativa alla visione preliminare sulla variazione degli ordini di beni durevoli aggiornata al mese di maggio abbia visto una contrazione di -1,1 per cento su base mensile, in peggioramento rispetto al -0,9 per cento visto nell’aggiornamento del mese di aprile e di cinque decimi di punto percentuale sotto le attese.

Goldman Sachs chiude trimestre con utili in crescita

Proseguono le buone notizie per quanto concerne le trimestrali dei principali gruppi finanziari statunitense. In particolare, Goldman Sachs afferma di aver archiviato i risultati del primo trimestre con un utile netto quasi raddoppiato a 2,26 miliardi di dollari, corrispondente a 5,15 dollari per azione: il dato ha tuttavia smentito quelle che sono le attese di consenso, che vertevano su un valore di 5,34 dollari per azione, risentendo soprattutto del minor contributo derivante dalle attività di trading sul reddito fisso, che comprende bond, materie prime e valute.

Il trading binario è il re della nuova finanza online

opzioni binarie

Se negli ultimi anni vi è capitato di avvicinarvi con curiosità e con interesse al mondo degli investimenti finanziari, è molto probabile che vi siate imbattuti in siti web che spiegano come guadagnare con le opzioni binarie, una particolare forma di investimento che negli ultimi anni ha avuto modo di accrescere in maniera notevole la propria popolarità su ogni classe di trader, contribuendo altresì ad avvicinare alle attività di investire online tantissime persone che fino a quel momento non avevano nemmeno mai pensato di sperimentare le gioie (e i dolori!) del trading binario.

Ma per quali motivi il trading binario è divenuto così popolare? Riassumere i principali elementi di vantaggio che gli investimenti nelle opzioni binarie non è facile, ma vogliamo comunque cercare di compiere uno sforzo di sintesi andando a individuare i benefit che potreste essere in grado di conquistare avvicinandovi a questo mondo.

In primo luogo, investire nelle opzioni binarie è davvero molto semplice. Tutto quello che dovrete fare è aprire un conto di trading presso un broker serio e affidabile, accedere alla piattaforma di trading, effettuare un versamento e individuare l’oggetto del vostro trade (un’azione, un indice azionario, una coppia valutaria, e così via), indicando se l’asset aumenterà o diminuirà di valore entro il termine temporale indicato.

Insomma, rispetto ad altre forme di investimento finanziario, quello nelle opzioni binarie è molto più intuitivo e molto più semplice da “gestire”, equivalendosi in tal senso a una vera e propria “scommessa” (finanziaria, si intende!).

In secondo luogo, si tenga in considerazione che investire nelle opzioni binarie significa poter entrare nel mondo della finanza con pochissimi euro: è infatti possibile aprire un conto di trading a partire da poche decine di euro, e aprire una singola posizione con pochi euro. Insomma, chiunque può effettuare un investimento binario, e chiunque può dunque cercare la buona sorte attraverso questa forma di trading.

Ulteriormente, può essere utile ricordare come investire nelle opzioni binarie significhi oggi cercare di investire con piattaforme a “portata di trader”, anche in mobilità: in pochi clic e in pochi touch è possibile gestire il proprio portafoglio binario, aprire e chiudere le posizioni, personalizzarle e compiere tutte le operazioni che si desiderano per poter amministrare più opportunamente i propri patrimoni da destinare agli specifici investimenti binari.

Chi lo volesse (noi, lo consigliamo) ha inoltre l’opportunità di testare le proprie intuizioni e le proprie strategie aprendo un conto demo: si tratta di un conto di trading identico a quello reale, con la sola (e non irrilevante!) differenza che ad essere utilizzato non sarà il denaro del trader, bensì quello del broker, che metterà a disposizione un plafond virtuale con il quale l’investitore riuscirà a sperimentare le proprie idee di trading.

Naturalmente, i vantaggi legati al trading binario potrebbero continuare ancora a lungo. Possiamo ad esempio rammentare, pur brevemente, come l’investimento binario sia più semplice di altre forme di impiego, e come gli stessi broker generalmente mettano a disposizione ottimi materiali didattici con cui costruire un proprio iniziale bagaglio di conoscenze.

Naturalmente, attenzione a non ritenere che questo investimento non sia rischioso (anzi!): avvicinatevi dunque con la giusta cautela e, soprattutto, con la giusta consapevolezza.

Fed, FOMC sempre più ottimista sul futuro

In linea con le previsioni di mercato, la riunione del FOMC dello scorso mese di marzo – come ben noto – si è conclusa con un rialzo dei tassi di riferimento fed funds di 25 punti base, conducendo così il livello degli stessi fed funds in un range compreso tra 0,75 per cento e 1,0 per cento. La decisione è stata assunta con un solo voto contrario, quello – ampiamente preannunciato – di Kashkari.

Cosa contiene il piano industriale di Alitalia

Alitalia ha lanciato il suo nuovo piano industriale. Un piano ambizioso, che punta a conseguire una riduzione dei costi pari a circa un miliardo di euro entro la fine dell’esercizio 2019 e, contemporaneamente, ottenere un aumento dei ricavi del 30 per cento, concentrando i propri sforzi soprattutto sulla flotta di breve e di medio raggio, che però sarà ridotta di 20 aerei e soprattutto su una nuova offerta commerciale più competitiva per le rotte di medio e di breve raggio.